About

Less-Water Bev. Tech (nickname NIAGARA) è un progetto di ricerca volto a ridurre il consumo e gli sprechi di acqua nell’Industria delle Bevande, attraverso una combinazione innovativa di tecnologie di trattamento delle acque. Nei Paesi industrializzati, infatti, la maggiore richiesta di acqua deriva dalla produzione industriale. Il Food & Beverage, in particolare, è un settore ad alta intensità di consumo acqua. Ridurre il consumo di tale risorsa fondamentale, significa contribuire a limitare l'impatto ambientale e i costi di produzione delle bevande, aumentando la sostenibilità e la competitività dell’Industria del Beverage.

Il progetto NIAGARA è co-finanziato dal programma Eco-innovation dell'Unione Europea; è iniziato il primo ottobre 2014 e si concluderà alla fine di settembre 2017.
Coordinatore del progetto è A DUE di Squeri Donato & C. S.p.A., con il sostegno dei suoi due partner: l'Università di Bologna Alma Mater Studiorum e CVAR Ltd - Regno Unito.

Il progetto NIAGARA propone un insieme integrato di innovazioni per la creazione di un nuovo trattamento dell'acqua in grado di ridurre drasticamente l'utilizzo di acqua nel processo di preparazione bevande, mediante la combinazione di:

  • un nuovo sistema di doppia osmosi inversa in grado di aumentare l'efficienza di trattamento dell’acqua, riducendo sia il consumo di acqua grezza, sia la produzione di acque reflue;
  • un sistema di recupero e post-trattamento delle acque reflue per recuperare parte delle acque di scarto del processo di produzione di bevande e del trattamento Clean-in-Place;
  • uno studio di fattibilità di una piccola centrale a biogas "ad hoc", per convertire in energia i rifiuti solidi organici generati dal sistema di post-trattamento delle acque reflue, al fine di aumentare l'efficienza energetica del processo di produzione di bevande.

I risultati attesi sono:

  • un notevole risparmio di acqua primaria (-33% rispetto all’impianto base tradizionale) e la riduzione delle acque reflue (-56% rispetto all’impianto base tradizionale);
  • il recupero di circa il 75% dell'acqua totale drenata per riutilizzarlo nel processo di preparazione della bevanda;
  • la riduzione delle emissioni di gas serra;
  • la riduzione dei costi di produzione delle bevande: il risparmio, su base annua, di un 25% dell’acqua attualmente utilizzata (valore considerevolmente inferiore agli obiettivi reali del progetto NIAGARA) è pari, in termini economici, al valore della bevanda prodotta in circa 40 giorni lavorativi da una linea media di imbottigliamento CSD.

Partners & Funding